Benvenuti nel cuore
della Motor Valley

Una terra di passione, motori e bellezza...

La regione Emilia Romagna, situata nel nord dell'Italia, è famosa per la sua storia di passione ed eccellenze in diversi settori, ma è anche conosciuta come Motor Valley. Qui sono nate importanti aziende sia del motorsport che dell'automotive ad alte prestazioni come Ferrari, Maserati, Lamborghini, Pagani e Ducati.

 

Passione, impegno e determinazione, sono il motore per raggiungere traguardi ambiziosi...

Calisto Poggipolini, nel 1950, aveva fondato un’officina con il nome di famiglia. All’inizio produceva casse per orologi, poi in seguito ai cambiamenti del mercato iniziò a produrre e progettare i pezzi per le parti idrauliche delle poltrone per dentisti.
A 16 anni, il figlio Stefano, decide di entrare in azienda e di coltivare la passione per il motocross. Con la combinazione delle due cose a Calisto viene in mente di creare viti e parti speciali in titanio per le bici e per le moto. Pezzi più leggeri e più resistenti all’usura. Da lì in poi, la Poggipolini ha incrementato la propria vocazione, per arrivare, oggi, a rifornire case automobilistiche, team di Formula Uno e grandi aziende aeronautiche. Grazie alla lavorazione altamente specializzata di materiali come il titanio, il carbonio, e le superleghe dell’acciaio.

Intervista a Stefano Poggipolini:

Poggipolini, è bastata la sua passione per le moto ad accendere una luce sugli affari di famiglia?
«È stata una spinta importante. Ci ha aiutato a fare due cose: la prima, fondamentale, inventare un lavoro che non esisteva, cioè creare pezzi speciali; la seconda, crederci a tal punto da partecipare, a metà anni Settanta, al Motor Show col nostro piccolo stand».
Ma i clienti come sono arrivati?
«Quasi naturalmente. Perché noi facciamo parti meccaniche che resistono molto meglio delle altre allo stress».
Quando si è detto che l’idea poteva funzionare?
«Quando la Ducati e la Brembo ci hanno chiesto di produrre per loro. All’inizio vendevamo una vite a ventimila lire e ci dicevano che nessuno le avrebbe mai comprate. Anche perché solo noi le facevamo in titanio».
Invece andò bene?
«Tanto che alla fine degli anni Ottanta mi presentai alla Ferrari per proporre i nostri prodotti».
Cos’hanno di particolare?
«Siamo specializzati nella lavorazione meccanica di alta precisione con leghe speciali».

Perdoni l’ignoranza. Con materiali ferrosi e alluminio cambia qualcosa?
«Tutto. Prenda un aereo con la fusoliera in carbonio piuttosto che in alluminio. A quel punto vanno riprogettati i fissaggi, cambiano le dimensioni dei pezzi, i pesi, le resistenze».
Quindi voi non vi limitate a fare i terzisti su commissione. Vi occupate anche della progettazione oltre che della produzione dei pezzi.
«Il nostro è un mestiere affascinante proprio per questo. Non esiste una routine, ogni giorno c’è una novità. Sotto forma di un nuovo problema da risolvere».
La crisi, dal 2008 in poi, ne ha sfornati di continuo.
«Ci ha penalizzato molto il taglio dei costi in Formula Uno, che ha comportato minor ricerca sui pezzi e i materiali. Adesso per noi il settore rappresenta il 20 per cento del fatturato».
Il resto da dove viene?
«In buona parte dall’aeronautica, dove siamo entrati diversi anni fa. Negli ultimi anni c’è stato un forte impulso a costruire aerei in nuove leghe, più leggeri e resistenti, in modo da ridurre i consumi di carburante senza diminuire la sicurezza».
È possibile?
«Eccome. Nel settore, poi, i controlli sono serissimi. Una delle nostre viti deve passare venticinque verifiche, non solo da parte nostra ma anche di enti certificati. Un lotto di cento viti comporta una relazione tecnica di cento pagine».
Oltre alla Formula Uno e all’aeronautica, producete per altri settori?
«Abbiamo acquisito la Ncr, dove costruiamo moto speciali ad altissimo contenuto tecnologico. E continuiamo a produrre pezzi speciali per i clienti privati. Molti sono ducatisti che usano i nostri prodotti per alleggerire le loro moto».
Aerei, moto, bolidi. Non vi manca niente.
«Da diversi anni lavoriamo anche per l’automotive. Progettiamo e creiamo pezzi per le supercar di serie, Ferrari, Porsche, che devono coniugare leggerezza, potenza e resistenza».


“Il Resto del Carlino”, di Marco Girella, Premio Mascagni.

History

La nostra storia testimonia una grande passione.

Dalle lavorazioni meccaniche di precisione fino alla creazione di nuovi prodotti e soluzioni tecnologiche innovative...

1950

Calisto Poggipolini fonda a San Lazzaro di Savena, Bologna, l'officina meccanica Poggipolini lavorando fin da subito per l’industria medica e l’oreficeria.

1971

La Poggipolini S.r.l. produce i primi bulloni speciali in titanio, un materiale innovativo sconosciuto in Italia e che ha particolari caratteristiche meccaniche e di riduzione del peso. In questo periodo si riprogettano tutti gli utensili per lavorare questo nuovo metallo.

1975

In occasione della prima edizione del Motor Show di Bologna, la Poggipolini S.r.l. introduce sul mercato il primo kit di bulloni in titanio per ridurre il peso di moto da GP e da motocross. Un grande successo!

In questo momento la Poggipolini entra in un periodo di grande trasformazione aziendale...

1976

Inizia a fornire elementi di fissaggio e raccordi in alluminio e titanio a Ducati, Aprilia, Brembo e altre aziende, specializzandosi in sistemi per la riduzione del peso.

1984

Entra nel mercato della F1 diventano fornitore ufficiale Porsche per i motori turbo TAG della McLaren.

1988

Diventa fornitore ufficiale Ferrari Ge.S. instaurando una solida collaborazione che continua ancora oggi

1994

Progetta e produce il primo telaio completamente in titanio per una motocicletta; riducendo il peso da 200Kg a 135 Kg. Tutto il mondo del racing ne parla. Un grande successo!

1996

Con l'esperienza in Formula 1, l'azienda incomincia ad interessarsi al settore areonautico. Con il propio Know-how e le tecnologie acquisite diventa fornitore ufficiale di viti speciali e parti strutturali di elicotteri Agusta Westland - Finmeccanica.

2000

Continuano gli investimenti in tecnologie avanzate aprendo un reparto dedicato alla prototipazione rapida (SLS - Sinterizzazione Laser Selettiva), un reparto per lo stampaggio a caldo e un reparto per i trattamenti termici sotto vuoto allo scopo di soddisfare i requisiti dei clienti: forniture rapide e di altissima qualità.

2001

La Poggipolini S.r.l. acquisisce il famoso marchio NCR e fonda la NCR Factory. NCR diventa la vetrina del know-how, dell'esperienza, della tecnologia e della passione di Poggipolini. Le moto NCR sono considerate le moto più esclusive e innovative al mondo.

2004

Entra nel settore automotive iniziando a progettare e produrre componenti speciali e realizzare soluzioni per la riduzione del peso destinati a case automobilistiche fra cui Ferrari, Lamborghini, McLaren, Porsche e Bugatti.

2005

Continuano gli investimenti in risorse umane e tecnologie fino ad ottenere le certificazioni UNI EN ISO 9001 e UNI EN 9100.

2009

Inizia a fornire ai propri clienti prodotti e componenti speciali in fibra di carbonio, progettati e sviluppati internamente.

2011

Apre un laboratorio NDT (per prove non-distruttive) con attrezzatura completa.

2013

La Poggipolini S.r.l. diventa azienda accreditata NADCAP per trattamenti termici e i controlli non-distruttivi.

2014

Installa nello stabilimento il suo primo impianto di processo galvanico per passivazione e anodizzazione.

2015

Poggipolini acquista il centro Index R300 a doppia torretta con 5 assi indipendenti.

Nello stesso periodo l'azienda partecipa e vince Horizon 2020, un fondo di investimento europeo per i programmi di innovazione tecnologica e di produzione.

2016

La Poggipolini S.r.l. in collaborazione con Isanik, una startup italiana specializzata in sensoristica, inventa la prima vite "intelligente": E-Fasteners.

A metà dell'anno Poggipolini stinge una partnership con Dragonfly, costruendo a Bologna il primo centro per la produzione in additive manufacturing con tecnologia EOS.

2017

...








Our Vision

Il nostro obiettivo è diventare il
Vostro valore aggiunto

Siamo spinti dalla continua ricerca dell'eccellenza in ogni singolo aspetto, a partire dai sistemi di produzione più avanzati fino ai materiali, rivestimenti e trattamenti più innovativi.

Le nostre certificazioni mostrano il nostro livello di competenza e di qualità.

La nostra passione è lo specchio del nostro impegno nella ricerca del prodotto migliore e oltre.